chi l’ha scritto e chi l’ha detto

Sono foto particolari (Stefania)
Le tue foto parlano (Franco)
Hai saputo cogliere l’anima di Napoli (anonimo)
Mai fermarsi ma combattere e andare avanti (bambino di 12anni)
In un momento per me doloroso, questa mostra mi ha tirato su il morale (anonimo)
Posso fare i complimenti all’artista? (risposta) Artista? fotografo! (replica): bhè, qui c’è dell’arte (visitatore sconosciuto)
Dal vivo sono tutta un’altra cosa (Bruno)
Non ci capisco di Fotografia, ma queste mi piacciono (in diversi)
L’hai fatte tu? (+ di qualcuno)
Togli immediatamente quella dove ci sono io! (nessuno, fino a mó) 🤗
Nelle foto (mie) non cercare la perfezione, toglierai solo tempo alle sensazioni (Io)

un grazie a Betty!

——————————————–
🙂 la bellezza crea attrattività 🙃
——————————————–
le Nuvole, installazione fotografica
——————————————–
prenota un’esposizione
——————————————–
info e contatti

Come si legge una fotografia

Con gli occhi, come sennó?
La fotografia è per tutti coloro che la vogliono osservare.
fine art photography
Il saper leggere una fotografia è utile all’osservatore per capire perchè una foto “piace”; utile ma non indispensabile. Se si ha tempo e soprattutto voglia di soffermarsi su una foto, la si puó apprezzare, e a volte capirla, anche senza sapere il perchè.
L’andare “oltre” il semplice osservare è un optional per non sentirsi dire “non capisci niente di fotografia”; ma alla fin fine… non è bello ció che è bello ma è bello ció che piace.

Se, poi, si vuole essere fotografo senza la conoscenza delle regole, dei “meccanismi” (e a meno che non si abbia una dote innata),… il percorso per la realizzazione di foto che piacciano sarà arduo. E col seguir le “regole” non è scontato il buon risultato. 😁

un consiglio mentre si “osserva”: non cercare il pensiero dell’autore, ma libera la mente e ascolta il tuo (se il fotografo è bravo arriverà a te lo stesso; poi ti chiederai il perchè, se ti andrà).

Ah, un’ultima cosa: tutta ” ‘sta storia” non è da farsi guardando foto con uno smartphone!

——————————————–
 ——————————————–

 

che figata fare mostre!

 
ma bisogna stare lì, non tanto per spiegare a chi vuole spiegazioni su quanto realizzato, ma perchè si rimarrà piacevolmente sorpresi da chi, inaspettatamente, si soffermerà a dialogare e talvolta a raccontarsi. Quasi quasi le fotografie passano in second’ordine.
E non c’è social o web che tenga il confronto. 

——————————————–
——————————————–
 ——————————————–
——————————————–