Categorie
fineart photography fotografo landscape News ritratti street photography

ritratti ambientati e scenari

Immagini con un modello/a da rendere “protagonista”/”parte integrante” di uno scenario… (tu chiamali, se vuoi, ritratti ambientati).

o un “cameo alla Hitchcock”…

o come in una scena di un film


Scenari

ovvero, dove si va per lo shooting a far da “modello/a”?

(info su Servizi Fotografici >> tap qui)



Categorie
napoli News

Maradona a Napoli…

a Napoli era Santo già prima di ieri

>>tap per info Attività e Contatti

Categorie
fotografo News

Mò mi siedo a guardare il mare…

Mò m’assett e guard ‘o mare ca s’fa nire

iss par’ dic’re semp ‘a stessa cosa

ma dint ‘a capa i tengh’ na cummedia:

e mò l’omme d’e ttasse, può ‘e bullette

mò chill ca la vò bblu e addumàn’ gialla…

aeeeh, sta ‘rrevann pur’ Gennarin’.

Guard ‘o mare ca s’é fatt nire e m’addummànn…

Mò mi siedo e guardo il mare che si fa nero

lui sembra dire sempre la stessa cosa

ma nella mia testa io ho confusione:

e mò l’uomo delle tasse, poi le bollette

mò quello lí che la vuole blu e domani gialla…

aeeeh, sta arrivando pure Gennarino.

Guardo il mare che s’é fatto nero e mi domando…

immagine e testo: ©MarcoDiDomenicoFotografia

>>tap per lo Studio Fotografico Dematerializzato


segui con:

Categorie
fotografo News street photography

la mia è una fotografia nuda

nuda perchè la mia fotografia non ha veli per coprirsi, tanto meno vesti per farsi bella;

sono io, fotografo, che mi “piego” alla scena e alla sua luce (avendo cura di “inquinarla” il meno possibile), e non viceversa;

e talvolta trovo a dover piegarmi anche a quanto ho tra le mani per la ripresa (le scene spontanee non aspettano nessuno).

Nuda perchè la mia fotografia mostra la realtà di un attimo.

p.s.: “nudiste”… al femminile, coerentemente con fotografia (al plurale fotografie), termine femminile (visti “i tempi”… precisazione necessaria e indispensabile).


bisogna farsene una ragione:
ADDA PASSÀ ‘A NUTTATA!

Si sta né piú né meno che nel mezzo di un’inondazione, si é “tutti fotografi” a fare (ad es. l’ultima definizione, di cui ne sospetto l‘invenzione per vendere telefonini) Smartphone Photography, a sversare milioni e milioni di immagini su socials, e web, di notevole fattura e grande interesse popolare alle quali viene dedicato giusto qualche frazione di secondo. Non resta che rimanere sulla zattera e aspettare… che l’acqua defluisca (‘ché, forse, col cedere alla tentazione di nuotare si assorbono le caratteristiche di ciò che si trova in acqua ).

Ecco, forse, perchè delle fotografie “non gliene frega una minchia a nessuno”;

  • non ai fotoamatori su facebook (a loro interessa solo pubblicare per contare i like e sentirsi dire “sei un’artista”)
  • tantomeno ai professionisti (hanno ben altro a cui pensare)
  • non a chi ti chiede di fargliele (il loro intento, forse inconscio, è sentirsi al centro dell’attenzione, stars durante le riprese; poi delle foto…
    …che foto?);

e semmai una foto appaia,… una sbirciata di qualche millisecondo su uno schermo da due-tre pollici… e via (ma la fotografia non credo sia questa, o perlomeno non è questo il modo idoneo per osservarla).

In ultimo, dare a Cesare ciò ch’è di Cesare: distinguere le Fotografie dalle Immagini Elaborate

faccio Fotografie! facile a dirsi.

>> senti quanto è ruvido qui lo schermo

Categorie
News quiNapoli

Napoli, 18ott2020

Categorie
News quiNapoli street photography

Gentes, Napoli Street Photography

Napoli Street Photography

Napoli è…

straordinaria,

come città… e per le persone che la abitano

non esistessero già…

bisognerebbe inventarle


per la mostra >> tap qui

le fotografie stampate sono montate su pannelli 60×40

Pozzilli, marzo 2019

gennaio 2016
Dopo aver soffocato per anni il desiderio di andare a vedere Napoli (tutta colpa di ciò che si “sentiva in tv” di negativo), cedo alla tentazione e… chi s’è visto s’è visto, succeda quel che succeda, voglio andare a Napoli.

Scendiamo dal treno, io e Frankie, e in stazione nessuno si avvicina per rapinarci; facciamo la fila ordinatamente come tutti per i biglietti per la metro, e ci avviamo per prenderla. Scendiamo di un piano e…

Questa è la prima foto che ho lì scattato

…troviamo tutto pulito, ordinato e pieno di ciammaruche colorate… Francè, avremo mica sbagliato treno?

Pigliamo la metro, ritorniamo in strada, giriamo l’intera giornata guardandoci intorno,… e sempre più perplesso… riprendiamo il treno per tornare a casa, chiedendomi: “cosa ho ascoltato finora in tv?”. Ma mi sono portato dietro anche un desiderio irrefrenabile di tornarci.

Sono nato e cresciuto a Roma, a monumenti e piazze sono assuefatto, ma a Napoli ho trovato altro, in strada, senza andarlo a cercare: calore, creatività, contraddizione, gli occhi della gente… “Napule è ‘na cammenata int’ e viche miezo all’ate”.

Torni e ritrovi Gerry, Sasà, Fabio, Massimo e tanti altri che non ti negheranno mai un sorriso; torni e trovi sempre qualcosa che ti stupisce.
Assuefazione? Non credo sia un termine che si addica a Napoli.


la città ha anche i suoi difetti, non sarebbe credibile se non li avesse, ma li lascio raccontare ad altri.

>> tap per info e contatti

Categorie
News quiNapoli

le quattro stagioni: inizia l’autunno

le quattro stagioni sotto la Rotonda Nazario Sauro

autunno
inverno
primavera
estate

Categorie
fineart photography News street photography

arredare pareti con foto quadri

arredare le tue pareti con foto quadri; ad esempio…

a casa di Luca – street photography, stampa su tela 160x100cm

Cerca la tua tra le foto arredo che seguono o che trovi sulle altre pagine di questo sito; per il file digitale in alta definizione e senza watermark (leggi note importanti a fondo pagina). Per altro, info e contatti… il pulsante è più giù.

(non tutte le immagini sono disponibili per la stampa e/o in file)


altra idea per arredare pareti con foto quadri:

citofonare “Beltrami”
stampa su carta comune, da 100x60cm a 160x100cm

foto >> quadri in mostra, stampe su pvc montate su pannelli


note sui file digitali per i foto-quadri
i file digitali forniti Non potranno essere ceduti (neanche se senza scopo di lucro) a terze persone, e Non potranno essere utilizzati su web e/o socials (nel qual caso richiedere un file con watermark). Potranno essere utilizzati per realizzare stampe ad uso personale ma Non commerciale, NON È CONSENTITA LA RI-VENDITA DEI FILES NÈ DELLE STAMPE REALIZZATE CON TALI FILES (in quest’ultimi casi fare richiesta specifica).
Le fotografie contenute in questo web site sono coperte dal diritto di autore.


“non parlatemi di fotografia con uno smartphone in mano: ė come il dire di una pietanza assaggiata col naso tappato”

Categorie
blog fineart photography molise News street photography Napoli

mostra fotografica, ospita un’esposizione dei progetti

Gentes

Sono tre dozzine di

Street Photography

realizzate nel centro storico di Napoli a partire da gennaio 2016, che ritraggono fotogrammi di ordinaria quotidianità a Spaccanapoli e quartieri limitrofi.

tap qui sopra per l’anteprima del progetto

il mondo è fatto a scale

c’è chi continua con c’è chi scende e c’è chi sale; io invece dico c’ho le prove!
È composto da una dozzina e + di fotografie

fine art

realizzate generalmente in Molise, nella maggior parte delle quali Frankie (il ragazzo che non conosce l’odio) si presta a modello, e che vogliono rappresentare le difficoltà, le incomprensioni, le aspettative disattese,… la solitudine… con cui, più o meno sistematicamente, occorre convivere (con tutto il necessario rispetto verso chi è costretto ad affrontare dure sfide).

tap qui sopra per l’anteprima del progetto

Le esposizioni di Street Photography & Fine Art saranno realizzate nelle location individuate, o su richiesta in location proposte (tap qui per i contatti);
nel loro insieme “non sono” per i socials (Dio ce ne scampi e liberi) e le fotografie realizzate per la mostra fotografica andrebbero osservate… stampate e nella loro composizione (per ciascun set… tap il pulsante a fondo descrizione).

chi l’ha detto e chi l’ha scritto

Le tue foto parlano (Franco)
Hai saputo cogliere l’anima di Napoli (anonimo)
Mai fermarsi ma combattere e andare avanti (bambino di 12anni)
In un momento per me doloroso, questa mostra mi ha tirato su il morale (anonimo)
Posso fare i complimenti all’artista? (risposta) Artista? fotografo! (replica): bhè, qui c’è dell’arte (visitatore sconosciuto)
Dal vivo sono tutta un’altra cosa (Bruno)
L’hai fatte tu? (+ di qualcuno)
Togli immediatamente quella dove ci sono io! (nessuno, fino a mó)
Nelle foto (mie) non cercare la perfezione, toglierai solo tempo alle sensazioni (io)
riguardando con attenzione le foto della mostra, ho una sola parola: meravigliose. Ho anche qualche altra parola: fanno riflettere, il chè non è poca cosa. (Betty)


La larghezza dello spazio necessario per l’installazione completa è di 11-12mt per 2 di altezza (più o meno). I sets sono riducibili per ridurre lo spazio necessario all’esposizione (anche all’aperto, meteo permettendo).

>> vedi anche per le
Micro Esposizioni

Categorie
blog News quiNapoli street photography street photography Napoli

Napoli é pericolosissima (post ironico)

attenzione, Napoli è pericolosissima

da un’uscita di qualche anno fa

Oggi sono stato in un posto, avendo letto, da qualcuno paragonato a uno stagno infestato da coccodrilli, che avrebbero dovuto azzannarmi non appena avessi intintoci l’alluce. Per precauzione sono uscito di casa vestito da Indiana Jones.

via S.Maria Antesaecula 109 – Napoli (casa natale di Totò)

I coccodrilli non ce li ho trovati
(e a dirla tutta… non c’era manco lo stagno).

Napule è ‘na cammenata
inte viche miezo all’ato

pericolosissima, si,… da perderci la testa

Napoli Street Photography: stazione metro Toledo

e si rischia di prendere una malattia: il mal di Napoli (che è della stessa fattispecie di quella chiamata mal d’Africa).


(post dedicato a chi scrive stronzate su TripAdvisor)