Categorie
fotografo News

la (mia) fotografia é per tutti

(my) photography is for everyone

>> TRANSLATE

fammi vedere una fotografia senza l’aggiunta di testi esplicativi nel titolo e/o descrizione; una foto è una foto, non un opera letteraria;

fammi vedere fotografie “chiare”, nel senso di non dover andare a cercare col lanternino il loro perché;

Fammi vedere una fotografia che racconta, che mi possa emozionare, stuzzicare i miei ricordi, le mie sensazioni, i miei pensieri (belli o brutti, poi sarò io a decidere se approfondire con l’osservazione o “lasciarle andare”).

che siano adatte alla visione di chiunque,… chiunque e non solo al nugolo di esperti (o presunti tali) dell’arte fotografica. Io sono uno dei tanti,… forse ignorante ma con occhi per osservare e una mente per pensare.

Lasciami in pace a guardare con la mia testa

ti chiederò io al riguardo se ne sentirò la necessità, anche se…

(un osservatore “qualsiasi”)


… show me a photograph without adding explanatory texts in the title and / or description;

show me “clear” photographs, in the sense of not having to go and look for their why with the lantern;

Show me a photograph that tells the story, that can excite me, tease my memories, my feelings, my thoughts (good or bad, then I’ll decide whether to deepen with observation or “let them go”).

that are suitable for the vision of anyone, … anyone and not just the swarm of (or presumed) photographic art experts. I am one of many, … perhaps ignorant but with eyes to observe and a mind to think.

Leave me alone to watch with my head

I’ll ask you about it if I feel the need, even if …

(an “any” observer)


“Ho sempre pensato che la fotografia sia come una barzelletta: se la devi spiegare non è venuta bene.” (Ansel Adams)

“I’ve always thought that photography is like a joke: if you have to explain it, it doesn’t turn out well.” (Ansel Adams)

>> tap per info Attività e Contatti

segui – follow

Categorie
fotografo napoli News street photography

That’s STREET! (Photo, Napoli)

street photo graphy, un modus operandi (ovunque, ma Napoli… )

Togliersi il cappello da fotografo, bisogna sembrare tutto meno che quello! La street photo graphy non è per chi vuole atteggiarsi a fotografo durante il suo operare. Ne segue… lasciare a casa apparecchiature voluminose e appariscenti; usarne del tipo che non obbligano a poggiare l’occhio sul mirino, ‘chè talvolta è necessario scattare anche senza inquadrare.

Meglio uscire da soli. Se si viene notati, nel migliore dei casi, chi ritratto si metterà in posa, e si perderà la spontaneità; ma si puó anche arrivare a rimediare cazziate

Scesi in strada e individuata la scena da riprendere, mettere in opera (nel limite del possibile) quanto conosciuto di composizione, gestione della luce, ecc… sempre che la “situazione” lo consenta; considerare poi che non di rado quanto si propone agli occhi ha la durata di qualche secondo (mettere in conto, quindi, una considerevole dose di fortuna necessaria).

Tenere a mente che la Street Photography non è il banale fotografare gente che cammina per strada, nè il fotografare banalità in strada; in un’immagine di Street deve essere presente un protagonista e raccontare un qualcosa di non banale nè scontato.
Non riprendere persone solo perchè si ritengono (o si trovano in situazioni) buffe e che le possano offendere (al proposito tornerà utile il pensiero di Ando Gilardi nella sua “Non Fotografare“).

Quanto descritto è uno dei modi (il mio) per fare “Street”,… e qui delle considerazioni: “…Come mai però esiste così tanta pessima fotografia di strada? …Le persone escono e cominciano a fotografare a caso sconosciuti che fanno cose, o più spesso, che non fanno niente…”  >> tap x leggere tutto.

Napoli… ma non solo:

La mia idea di “risultato soddisfacente“? Un bel fotogramma di una scena di un film, che lascia all’osservatore la sceneggiatura di ciò che è avvenuto prima e di ciò che avverrà dopo.

HAI DETTO NIENTE !


Fotografo la street photography con…
occhi, idee e fantasia
(reflex, obiettivi e una compatta di qualità – e niente altro – sono solo accessori)
…per raccontare di luoghi visitati e persone incontrate
(augurandomi che non s’incazzi mai nessuno per essere stato ripreso)

>> tap x info, Attività e Contatti

Categorie
fotografo News

facebook, ti lascio, statt’bbuòn’

perchè per Instagram? perchè non mi innervosisce

Categorie
fineart photography fotografo News street photography

sono un fotografo, ma non x hobby

La mia attività di fotografo non è un hobby,come erroneamente in molti pensano, nel vedere da anni quanto realizzo, non occupandomi di matrimoni né moda e avendo scelto di non aver tempo di stare in uno studio fisico ( sono in giro a far riprese )

street photography

>> tap qui per info Attività e Contatti

locations, eventi, manifestazioni

>> tap qui per info su un servizio fotografico


follow, you can


Categorie
fineart photography News street photography

arredare pareti con foto quadri

arredare le tue pareti con foto quadri; ad esempio…

a casa di Luca – street photography, stampa su tela 160x100cm

Cerca la tua tra le foto arredo che seguono o che trovi sulle altre pagine di questo sito; per il file digitale in alta definizione e senza watermark (leggi note importanti a fondo pagina). Per altro, info e contatti… il pulsante è più giù.

(non tutte le immagini sono disponibili per la stampa e/o in file)


altra idea per arredare pareti con foto quadri:

citofonare “Beltrami”
stampa su carta comune, da 100x60cm a 160x100cm

foto >> quadri in mostra, stampe su pvc montate su pannelli


note sui file digitali per i foto-quadri
i file digitali forniti Non potranno essere ceduti (neanche se senza scopo di lucro) a terze persone, e Non potranno essere utilizzati su web e/o socials (nel qual caso richiedere un file con watermark). Potranno essere utilizzati per realizzare stampe ad uso personale ma Non commerciale, NON È CONSENTITA LA RI-VENDITA DEI FILES NÈ DELLE STAMPE REALIZZATE CON TALI FILES (in quest’ultimi casi fare richiesta specifica).
Le fotografie contenute in questo web site sono coperte dal diritto di autore.


“non parlatemi di fotografia con uno smartphone in mano: ė come il dire di una pietanza assaggiata col naso tappato”

Categorie
fineart photography molise mostra napoli News street photography

micro esposizioni

quadri fotografici da “sbirciare” tra una portata e l’altra.

Hai un locale (ristorante, pizzeria,…) dove i clienti si intrattengono? Continua a leggere, potrebbe interessarti.

L’idea è quella di un’esposizione di qualche pannello (tre/quattro, tra quelli realizzati e i futuri che si realizzeranno, già per la mostra fotografica) in un idoneo

“angolo” del locale

con un periodico cambio delle immagini esposte, per rendere dinamicità all’esposizione nel tempo…

e novità da trovare ad un ritorno


Marco DiDomenico Fotografia

Tutto è cominciato da qui:

…ma poi è arrivato il coronavirus (tacci sua!)

Categorie
blog News quiNapoli

La mascherina, ultimo atto (all’aperto)

Napoli, 17 giugno 2020, “tutti” con la mascherina? Chi con, chi appoggiata sul mento e chi senza (non c’era DeLuca nei paraggi col lanciafiamme ). Ma nella metro, sia in stazione che sul treno, non ce n’era uno senza, e tutte ben indossate.

Con l’augurio del suo non-ritorno

foto arredo

arreda le tue pareti con foto quadri; ad esempio…

a casa di Luca – street photography, stampa su tela 160x100cm


altra idea:

citofonare “Beltrami”
stampa su carta comune, da 100x60cm a 160x100cm

foto quadri in mostra, stampe su pvc montate su pannelli


“non parlatemi di fotografia con uno smartphone in mano: ė come il dire di una pietanza assaggiata col naso tappato” (Io)

Categorie
blog

Bisogna farsene una ragione, delle fotografie…

… non gliene frega una minchia a “nessuno”.

  • non ai fotoamatori su facebook (a loro interessa solo pubblicare per contare i like e sentirsi dire “sei un’artista”)
  • non ai professionisti (hanno ben altro a cui pensare)
  • non a chi ti chiede di fargliele (il loro intento è solo sentirsi al centro dell’attenzione, stars durante le riprese; poi delle foto… che foto?)
  • e poi si va tutti di fretta, una sbirciata di qualche millisecondo su uno schermo da due-tre pollici… e via (ma la fotografia non è questa).

Studio Fotografico Dematerializzato

…per la scelta di non aver tempo di stare in uno studio fisico, nel mio ufficio ci sei dentro in questo momento; ma il mio non è un hobby (come erroneamente in tanti lo pensano nel vedere da anni quanto realizzo e non occupandomi di matrimoni).
studio fotografico dematerializzato fotografo freelance Marco DiDomenico

WhatsApp3482753 024
email shotnshow@gmail.com

fotografo freelance studio fotografico dematerializzato
Street Photography, fotografia documentale & Fine Art

L’attività di fotografo freelance

viene svolta “in strada”, che sia di riprese di Street Photography (e non potrebbe essere altrimenti)…

Togliersi il cappello da fotografo, bisogna sembrare tutto meno che quello! La street photography non è per chi vuole atteggiarsi a fotografo durante il suo operare. Ne segue… lasciare a casa apparecchiature voluminose e appariscenti; usarne del tipo che non obbligano a poggiare l’occhio sul mirino, ‘chè talvolta è necessario scattare anche senza inquadrare
continua a leggere >> tap… That’s STREET !

o di riprese con un modello/a da rendere “protagonista”/”parte integrante” di un particolare scenario o un “cameo alla Hitchcock”, o come una scena di un film, (tu chiamali, se vuoi,

>> Ritratti Ambientati)

(se ti interessa, posso farti delle fotografie >> tap qui)


I progetti:


o di >> Ritratti di Strada

…di strada con la luce naturale che si trova; di strada perché modelle e modelli non sono in uno studio fotografico e si presentano con il loro aspetto spontaneo del momento (o in posa se richiesto e concesso).


Marco DiDomenico
Street Photography & Fine Art

Nato a Roma nel 1959 e lì cresciuto, ora abito in Molise; per la Street Photography opero generalmente a Napoli (straordinaria come città e come le persone che la abitano).

Le persone, nelle loro attività “quotidiane”, sono per me una calamita e la figura umana un obbligo nei miei scatti, avvicinandomi il più possibile alla scena e passare inosservato confondendomi con “uno che passa di lì”,,… per ottenere la spontaneità di chi nella scena ritratta. Ecco perché preferisco usare attrezzature di dimensioni più piccole possibili e, generalmente, inquadrando senza guardare nel mirino (al massimo una sbirciata al visore), senza il caratteristico rumore dello scatto e senza luce dell’illuminatore l’autofocus.

Nella realizzazione degli scatti di Street non c’é mai la mia interazione con le persone presenti nella scena, e viene utilizzata esclusivamente l’illuminazione che si trova al momento della ripresa; nessuna manipolazione in post-produzione. La “mia Street” mostra la realtà delle scene riprese.

>> sfoglia l’ Insta-portfolio

…che a essere normali ci si annoia
(e per non arrivare al che palle ste foto! )

Studio Fotografico Dematerializzato: la (mia) fotografia è per tutti

fammi vedere una fotografia senza l’aggiunta di testi esplicativi nel titolo e/o descrizione; una foto è una foto, non un opera letteraria;
fammi vedere fotografie “chiare”, nel senso di non dover andare a cercare col lanternino il loro perché;
Fammi vedere una fotografia che racconta, che mi possa emozionare, stuzzicare i miei ricordi, le mie sensazioni, i miei pensieri (belli o brutti, poi sarò io a decidere se approfondire con l’osservazione o “lasciarle andare”).

che siano adatte alla visione di chiunque,… chiunque e non solo al nugolo di esperti (o presunti tali) dell’arte fotografica. Io sono uno dei tanti,… forse ignorante ma con occhi per osservare e una mente per pensare.

Lasciami in pace a guardare con la mia testa

ti chiederò io al riguardo se ne sentirò la necessità, anche se…

“Ho sempre pensato che la fotografia sia come una barzelletta: se la devi spiegare non è venuta bene.” (Ansel Adams)

uno Studio Fotografico Dematerializzato,… perchè lo faccio?

Perché mi diverte comunicare; e non sapendo scrivere utilizzo la fotografia; ma principalmente perché…

I have a dream!
Quale sogno? No, non é l’essere annoverato tra i grandi come fotografo (non ho tale presunzione), ma sogno un futuro dignitoso per un disabile,… per chi dicono che “normale” non è. Un ruolo, magari da modello, per Frankie in questo film dovrà pur esserci…
non può essere destinato ad essere additato esclusivamente come disabile e accantonato perché ritenuto “idoneo a niente”!

Frequentemente vedo in tv ciò che i suoi coetanei riescono a fare con le loro esibizioni, e inevitabilmente e comprensibilmente (da genitore) assaporo depressione che si allevia col continuo ripetere… Frankie riuscirà fare altro.

Vedo una via (ma… facile che sia solo nella mia immaginazione) è stretta ma mi ci infilerò!
Io con la mia fotografia

e Frankie, il ragazzo che non conosce l’odio, con la sua presenza e dolcezza

magari in quella via incroceremo chi ci darà opportunità…

opportunità, non elemosina nè pietà,
ma si accettano miracoli.

e grazie di cuore a chi mi sostiene

tap la discussione per l’articolo

Gli ingenui non sapevano che l’impresa era impossibile, dunque la fecero.” (Bertrand Russel)

SUPPORTA LE MIE ATTIVITÀ, CONDIVIDI QUESTA PAGINA