con un quadro alle spalle

io e “l’altro

Mi scusi…
“nn’avè paura! “

Uscendo dalla trattoria con un po’ di sugo rimasto sulle labbra
“prego, un ristorante? Ah, vù mó mó sèt’ scìt’,… ma o’ mùss’ t’l’ vuó pulì?”  

Puó indicarmi per la casa di Totó?
“va dritt’ nù poch ca’ truóv’ nù vich’ a destra… ma nù l’ pensà pruopr’, piglia chill chiù llà”.

L’ “altro” è sempre spettacolare,
e solo Napoli ce l’ha

😍😍😍😍


——————————————–
info e contatti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.